IL VIDEO DI “CHAKRA” INTRODOTTO DA UN TESTO DI PAOLO COGNETTI


 

Nessuno ha ancora davvero capito

come un albero riesca a pompare la linfa

a molti metri d’altezza, dalle radici giù

nella terra fino alla punta di

ogni foglia nel cielo,

senza avere un cuore.

È il modo in cui quell’acqua zuccherina

risale le vene del legno, lo stesso modo

in cui quest’acqua colorata si espande per

la carta, che è anch’essa albero.

Dove sarà dove sarà

tutta quella felicità?

Ti sogno spesso,

l’ultimo bacio sul portone.

Una macchina affittata,

un’esplosione interstellare,

la morte di tuo padre,

il cielo azzurro immenso dopo il temporale…

Non si vede nemmeno che respira,

quest’albero, ma sono le foglie i suoi

polmoni. Respirano cielo e sole che mandano

giù alle radici, e a posare le mani sul tronco

non senti una vibrazione?

Che cosa fa l’aria passando per le corde vocali,

questo lo sanno tutti: perciò quello che senti

sotto i palmi dev’essere l’albero che canta

la sua canzone.

 

Paolo Cognetti